Luglio 23, 2019 411

Luna per sempre

by Administrator
Articolo di Mauro Minervino, pubblicato nei giorni scorsi dal "Quotidiano del Sud" «Luna, luna santa...». Mia nonna con la luna ci parlava, la invocava la…
Giugno 27, 2019 348

Svimez:"Giovani emigrano, creare una rete dei talenti"

by Administrator
I giovani del Sud e della Calabria se ne vanno, studiano sempre meno e lo fanno altrove. E' quanto emerge da una ricerca condotta nella regione dalla SVIMEZ.…
Giugno 07, 2019 439

8 giugno/ “Sud cuore del Mediterraneo”: il Mezzogiorno necessario per riaprire il dialogo con l’Europa

by Administrator
L’Italia ha abbandonato il Mezzogiorno? È questo il messaggio allarmante che si evince dalla recente lettera d’infrazione inviata dalla Commissione europea al…

Il messaggio di Napolitano

Progetto Università Solidali

PRODI e SORIERO : "LA RIPRESA È CREDIBILE SOLO SE C'È VERA COESIONE TRA NORD E SUD."‏

Romano Prodi ha preso parte alla presentazione del nuovo libro di Pino Soriero, “Sud, vent'anni di solitudine”, edito da Donzelli.

L'evento ha rappresentato l'occasione per sviluppare un vivace dibattito sul complesso rapporto tra Nord e Sud del nostro Paese, anche alla luce dei temi attualmente al centro dell'attenzione del Governo Renzi.  

Un confronto appassionato e qualificato con Patrizio Bianchi, Assessore della Regione Emilia Romagna, Francesco Critelli, Capogruppo PD al Comune di Bologna ed Emanuele Felice, docente presso l'Università di Barcellona e l'editore Carmine Donzelli.

Moderatore della serata Aldo Bacchiocchi, già sindaco di S. Lazzaro di Savena.

Da Prodi e Sorieroin particolare, è giunto l'invito a una riflessione più rigorosa a livello istituzionale e culturale su un  impegno per politiche di coesione coerenti tra Nord e Sud, attraverso una più accentuata  capacità di coordinamento da parte delle strutture della Presidenza del Consiglio.

La costituzione di un "Ministero per il Mezzogiorno", secondo ipotesi accreditate in questi giorni dai media,  rappresenterebbe un ritorno al passato con echi di impostazioni storicamente fallimentari,  che altro non hanno fatto se non aggravare la “solitudine del Sud”, denunciata da  Soriero.

Un governo forte e unitario di tutte le risorse finanziarie e territoriali è oggi indispensabile all’Italia per sostenere la sfida della competizione territoriale a livello mondiale.

Prodi, di rientro da un viaggio in Cina, ha ricordato in quest’ottica la grande occasione rappresentata dal Porto di Gioia Tauro che avrebbe potuto portare  il Mezzogiorno al centro degli interessi economici del Mediterraneo.

Una visione localistica, prevalsa in questi anni, ha invece agevolato  la crescita del Porto del Pireo, in Grecia, in forza di  partnership cinesi precedentemente interessate alla Calabria.

Si avverte oggi la necessità di misure concrete per riproporre all'estero la forza di attrazione e la nuova centralità della rete meridionale dei porti italiani.

Soriero nel suo intervento ha posto l'accento sull'inquietante diffusione della criminalità organizzata su tutto il territorio nazionale; i  numerosi arresti per mafia in Emilia Romagna, le vicende di collusione emerse da Roma Capitale, gli scandali dell'EXPO di Milano e del MOSE di Venezia, il malaffare scaturito in alcune realtà interessate alla riqualificazione del territorio in Liguria, confermano l'allarmante esplosione del fenomeno mafioso italiano. 

Non è più solo il Sud a dover affrontare un degrado che minaccia da vicino tutti.

Strategie nazionali che migliorino i livelli di coesione e di solidarietà tra Nord e Sud possono arrestare il declino dell’Italia e proiettare l’intero sistema economico nazionale su livelli competitivi nel quadro europeo.

Romano Prodi ha concluso l'incontro auspicando un autentico shock culturale che aiuti il Mezzogiorno a uscire dalla “solitudine”, lungo il percorso di ricerca indicato dal libro di Soriero, definito “una riflessione lucida ed equilibrata, utile ad indirizzare le necessarie analisi e le conseguenti nuove proposte di sviluppo e di coesione tra Nord e Sud”.

Commenta con Facebook

Seguici su Facebook