Luglio 07, 2018 455

A Soverato “Meraviglia”, due giorni con l'Accademia di Belle Arti di Catanzaro

by Administrator
Saperi, conoscenze ed esperienze nello spazio espositivo della ex Comac “Meraviglia”. Un sostantivo che richiama l'antico “Thauma” dei Greci, lo stupore che…
Giugno 25, 2018 128

L’Università nel Mezzogiorno

by Administrator
Presentazione del numero monografico della “Rivista economica del Mezzogiorno” della SVIMEZ. Sala degli Atti parlamentari Biblioteca del Senato “Giovanni…
Maggio 23, 2018 268

Giuseppe Soriero è il nuovo presidente dell’Accademia di Belle Arti Catanzaro

by Administrator
Giuseppe Soriero è il nuovo Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Catanzaro. L’insediamento è avvenuto nella tarda mattinata di ieri presso la sede di Via…

Il messaggio di Napolitano

Progetto Università Solidali

Z.E.S. , SVILUPPO E COESIONE TERRITORIALE : IL SUD UTILE ANCHE AL NORD

Martedì 10 ottobre alle ore 16.30 a Catanzaro - presso la sede dell’Associazione IL CAMPO  via Jannoni 43 – è convocata una conferenza stampa su idee e proposte relative alla istituzione in Calabria di una Z.E.S., zona economica speciale, finalizzata ad agevolare l’attrazione di nuove imprese e di consistenti posti di lavoro.

Il confronto avviato in sedi istituzionali e sulla stampa dev’essere sorretto da approfondite valutazioni per conseguire obiettivi rapidi e concreti.

L’On Giuseppe Soriero, già Sottosegretario di Stato e presidente del Comintato interministeriale per il porto di Gioia Tauro, esporrà valutazioni su criteri e metodologie che consentano di valorizzare la collocazione strategica della Calabria nello scenario euromediterraneo. Le ricerche condotte ormai da anni dalla SVIMEZ dimostrano che l’istituzione della ZES imperniata sul porto di Gioia Tauro può diventare una  misura sperimentale strategica che, individuando le più valide direttrici di sviluppo, punti ad accrescere la coesione territoriale in tutta la Calabria.

Solo una visione unitaria delle prospettive di crescita regionali può dare il massimo di forza e prestigio per riaprire un dialogo con le regioni del Nord, dimostrando l’utilità degli investimenti nel Mezzogiorno a vantaggio di tutto il sistema logistico nazionale.

Dopo 20 anni di solitudine e di rancori contrapposti, i nuovi provvedimenti proposti dal Governo e approvati dal Parlamento il 1° agosto scorso delineano una  più incisiva strategia dell’intervento pubblico nell’economia nazionale, verso il Mezzogiorno e la Calabria. Adesso quindi è il momento giusto per promuovere una mobilitazione lungimirante di tutte le sedi istituzionali e di tutte le energie sociali, civili e culturali.

Commenta con Facebook

Seguici su Facebook