L’impegno per una rinascita civile, economica e sociale

0
79

Una riflessione di Bruno Moriconi a seguito della presentazione, a Tivoli, di “Sud, vent’anni di solitudine”.

 

Caro Giuseppe, ti ringrazio di nuovo per la conferenza di ieri con il Circolo Gobetti che, al di là della presentazione del tuo interessante saggio, si è trasformata in un vero e proprio incontro tra amici.              

Il Circolo Gobetti è un laboratorio di cultura e di idee, credo perfettamente assonante con il “Campo Idee per il futuro”, associazione che stai promuovendo con passione ed autorevolezza.

I valori della Resistenza e della Carta Costituzionale – con le relative radici culturali socialiste, cristiane e liberali – sono state in questi anni una costante chiave di lettura degli avvenimenti politici ed economici degli ultimi anni.

Sul tema sempre drammaticamente attuale degli squilibri sociali e territoriali ancora presenti in Italia, ritengo che una sintetica e quindi necessariamente schematica chiave di lettura debba ritrovarsi, non tanto e non solo dalla dicotomia nord-sud, quanto nell’irrisolto problema dei rapporti tra “poteri forti” e “democrazia”.  Si tratta in realtà di essere consapevoli che – anche a causa del permanere nella società di larghi strati di indigenza, di bisogni primari, di necessità impellenti – il diritto alla cittadinanza compiuta non è stato ancora realizzato confinando così tristemente la popolazione nello stato di “sudditi” e non di “cittadini”, perfettamente funzionale agli interessi dei “poteri forti” che si annidano in tutte le forme, sempre più dilaganti, nella conservazione di privilegi e di illegalità.

Cosa fare?

A Tivoli, constatato con doloroso rammarico la trasformazione dei partiti tradizionali in gruppi di potere clientelari e affaristici, la popolazione – nel rinnovo del consiglio comunale del giugno 2014 – ha avuto uno scatto di dignità e di consapevolezza dei propri diritti di cittadinanza, ritrovandosi in un progetto di rinascita civile, economica e sociale nella figura di un sindaco tiburtino, di grande spessore umano e culturale , assolutamente in grado di affrontare i gravissimi problemi della città, amara eredità di decenni di malgoverno.

E’ questa una risposta importante che vede protagonisti molti giovani che stanno cercando di concretizzare quelle “idee per il futuro”, molto affini alle tue idealità.                                   

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here